Auto elettriche

Bonus auto elettriche nazionali e regionali 2020

Di 23 Gennaio 2020 13 Febbraio, 2020 4 Comments

Vuoi comprare un’auto elettrica ma sei scoraggiato dai costi elevati rispetto agli stessi modelli a benzina e diesel? Per fortuna ci sono dei bonus che ti vengono incontro, sia a livello nazionale che regionale. Eccoli.

Incentivi nazionali auto 2020

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha confermato gli incentivi auto 2020. Quest’anno vengono messi a disposizione ben 70 milioni di euro per gli incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici e/o a basse emissioni inquinanti. La cifra stanziata è maggiore rispetto a quella dello scorso anno (erano stati messi a disposizione 60 milioni di euro). Se vuoi acquistare un’auto ibrida o un’auto elettrica potrai quindi anche quest’anno poter usufruire del vantaggioso Ecobonus Auto. Inoltre, se sei fortunato, hai ulteriori agevolazioni se abiti in una regione che le prevede.Incentivi auto elettriche

Gli incentivi auto 2020 sono molto simili a quelli previsti lo scorso anno con la Legge di Bilancio 2019. Oltre alle regole confermate, ci sono delle novità soprattutto riguardo ai bonus sulla rottamazione della vecchia auto.

Ecoincentivi auto:

Le macchine che rientrano negli Ecoincentivi auto sono divise in due diverse fasce, a seconda dei quanto sono le loro emissioni dichiarate:

Da 0 a 20 g/km di CO2 il bonus va da 4.000 a 6.000 euro, a seconda che l’acquisto avvenga senza o con rottamazione (bonus più alto).
Da 21 a 60 g/km (era 70 g/km ma un emendamento al milleproroghe lo ha appena abbassato) di CO2 l’Ecobonus sarà compreso tra i 1.500 euro senza auto da rottamare, i 2.500 euro in caso di rottamazione vecchia macchina.

Ecotasse per grossi suv e auto “inquinanti”

Il Governo ha anche previsto una ecotassa per scoraggiare l’acquisto di vetture inquinanti (ovviamente sono state numerose le polemiche e non solo a livello politico). Dal primo marzo 2019 al 31 dicembre 2021, tutti coloro che acquistano un’auto con emissioni tra 161 e 175 g/km hanno una tassa da 1.100 euro fino ai 1.600 euro per le vetture fino a 200 g/km, di 2.000 euro fino a 250 e di 2.500 euro per tutte le auto con emissioni superiori ai 250 g/km.

Incentivi rottamazione auto 2020

Con gli incentivi auto di quest’anno l’obiettivo del Governo è quello di rinnovare il parco auto in Italia e di incentivare l’acquisto dei modelli più ecologici. In dettaglio, l’Ecobonus auto offrirà uno sconto immediato di rottamazione su tutte le auto nuove acquistate fino al 31 dicembre 2021, con emissioni di CO2 fino a 70 g/km e con un prezzo di listino fino a 61.000 euro IVA inclusa (50.000 Iva esclusa).

In dettaglio:

  • se acquisti una vettura con emissioni da 0 a 20 g/km puoi usufruire di un incentivo pari a 4.000 euro.
  • se acquisti un’auto con emissioni da 21 a 70 g/km l’incentivo  scende a 1.500 euro
  • se vuoi rottamare un vecchio veicolo appartenente alla categoria Euro 0, 1, 2, e 3 l’Ecobonus, in questo caso, va da 2.500 a 6.000 euro, sempre con spesa massima di 61.000 euro.

Un “buono mobilità” spesa per bici elettriche e mobilità pubblica per chi vive in Comuni “inquinanti”

La Legge di Bilancio 2020 ha poi introdotto un ulteriore incentivo sulla rottamazione delle auto di classe almeno Euro 3 e sui motocicli omologati fino alla classe Euro 2 ed Euro 3 a due tempi, ma solo per i residenti in alcuni Comuni italiani (quelli interessati da procedure di infrazione comunitaria in materia di inquinamento) che decidono di rottamare un veicolo inquinante entro il 31 dicembre 2021. In tal caso il “Buono mobilità” è pari a 1.500 euro (per vettura) ed euro 500 (per motociclo): non è uno sconto ma una specie di voucher che può essere utilizzato, entro i successivi tre anni, per l’acquisto di abbonamenti al trasporto pubblico, biciclette anche a pedalata assistita o per l’utilizzo dei servizi di mobilità condivisa ad uso individuale.

Incentivi auto Regione per Regione

Incentivi auto Lombardia

Aggiornamento: nonostante il bando fosse biennale, 2019-2020, le risorse in Lombardia sono attualmente già tutte assegnate e il bando è stato chiuso, si attendono nuove risorse x riaprire il bando. E’ ancora attivo il bando per le auto aziendali.

La Regione Lombardia è (era) un tra quelle in cui è più conveniente acquistare un’auto ecologica, infatti, le risorse si sono velocemente esaurite :-).

Questa regione ha stanziato 26,5 milioni di euro nel biennio 2019-2020 destinati a imprese e cittadini. Gli incentivi hanno l’obiettivo di limitare le emissioni di sostanze inquinanti in atmosfera (PM, NOX e CO2), possono arrivare fino a 8.000 euro per l’acquisto di un’auto elettrica. Ulteriori 2.000 euro di sconto (o il 12%) sono offerti dai concessionari lombardi, previa rottamazione dei veicoli inquinanti. Il massimo dell’Ecobonus Lombardia + sconti statali arriva dunque a 16.000 euro di vantaggi per l’acquisto di una vettura elettrica nuova.

Il bando per cittadini privati (persone fisiche) residenti in Lombardia incentiva l’acquisto, o in leasing, di una autovettura nuova (categoria M1) o usata, a basse emissioni previa radiazione (per demolizione o per esportazione all’estero) di un veicolo benzina fino ad Euro 2 incluso o diesel fino ad Euro 5 incluso. Il veicolo rottamato e quello acquistato devono essere intestati alla stessa persona fisica richiedente il contributo. Ricordiamo che, allo stato attuale, le risorse sono esaurite già a fine 2019, si attende un eventuale nuovo bando per il 2020 con nuove risorse oppure con residue.

Il bando per le imprese è ancora attivo e incentiva l’acquisto, anche attraverso un leasing finanziario, di un nuovo veicolo a zero o bassissime emissioni, previa rottamazione di un veicolo inquinante: a benzina fino ad Euro 2 incluso o diesel fino ad Euro 5 incluso.  Le domande vanno presentate dal 16 ottobre 2019 al 30 settembre 2020. Bando e caratteristiche sono consultabili presso il sito della Regione qui.

Incentivi auto Veneto

La Regione Veneto ha recentemente annunciato di stanziare ulteriori 1,1 milioni di euro per incentivare la rottamazione per acquistare auto elettriche.

Nel sito ufficiale del Veneto, però, non è ancora stato pubblicato il bando 2020. Essendo stanziate nuove risorse, è probabile che sarà identico al precedente scaduto a ottobre.

Il bando scaduto a ottobre e che si presume, come annunciato dall’assessore all’ambiente Gianpaolo Bottacin, verrà prorogato, prevede che rottamando le vecchie autovetture che appartengano alle classi emissive benzina Euro 0 ed Euro 1 o gasolio Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3 ed Euro 4, potrà essere assegnato ai beneficiari un contributo variabile a seconda del tipo di nuovo mezzo acquistato.

In Veneto, almeno fino al 2019, gli incentivi erano:

  • 3.500 euro per autoveicoli elettrici o per autoveicoli ibridi (benzina/elettrica) a classe emissiva Euro 6
  • 2.000 euro per autoveicoli bifuel (benzina/GPL o benzina/metano) a classe emissiva Euro 6
  • Rottamando la propria vettura e acquistando un’auto completamente elettrica il bonus è molto elevato, arriva a 9.500 euro e non si paga il bollo auto per 5 anni.

Il Veneto ha una soglia sul reddito personale a 75.000 per poter usufruire dei bonus auto regionali. Si attende la pubblicazione ufficiale del bando 2020.

Trentino e Alto Adige

In Trentino i provvedimenti sono a livello provinciale.

In provincia di Trento l’incentivo è di 8.000 euro che si alza a 12.000 euro in caso di rottamazione.

In Alto Adige (provincia di Bolzano) l’incentivo in caso di rottamazione è di 4.000 euro.  Caso particolare tutto da copiare: hanno attivato anche delle agevolazioni anche per l’installazione le colonnine di ricarica private per cittadini e aziende (wallbox): contributo del 60% della spesa, con un massimo di 1.500 euro per l’acquisto di colonnine di ricarica per veicoli elettrici o ibridi plug-in, con il limite di 5 stazioni per ciascun richiedente. In Trentino non vi sono soglie di reddito per usufruire degli incentivi.

Friuli Venezia Giulia

Aggiornamento: ad oggi gli stanziamenti auto in Friuli Venezia Giulia sono esauriti, sono attesi nuovi eventuali fondi per il 2020.

Se rottami una vecchia auto per comprare un’auto elettrica usufruisci di un bonus di 5.000 euro che viene erogato dalla Regione Friuli Venezia Giulia per la sostituzione dei veicoli da Euro 0 fino a Euro 4, e per l’acquisto anche di auto elettriche usate o a Km0. Il Friuli Venezia-Giulia ammette al bonus un reddito familiare fino a 150.000 euro.

Emilia Romagna

La Regione Emilia-Romagna aveva stanziato 3 milioni e 850.000 euro nel 2019. Erano previsti contributi da 3.000 euro per i privati che acquistavano un’auto elettrica, ibrida (anche mild), a metano o GPL. Per le aziende gli incentivi erano più alti, pari a 10.000 euro per i veicoli commerciali elettrici sotto forma di contributo a fondo perduto che dipendeva dalla massa del veicolo (categoria N1 o N2) e dal sistema di alimentazione del veicolo acquistato.

Bonaccini ha recentemente annunciato che nel 2020 non c’erano le coperture per il rinnovo del bonus auto regionale anche se attendevano stanziamenti a livello governativo. Staremo a vedere se dopo le elezioni regionali cambierà qualcosa e verranno rinnovati gli incentivi auto in Emilia Romagna.

Sardegna

Attraverso il bando del “Fondo sviluppo e coesione 2014/2020, Linea d’Azione 1.2.2 – Integrazione della mobilità elettrica con le Smart City” sono stati stanziati 4 milioni di euro per le piccole e medie imprese. L’aiuto è concesso in regime ‘de minimis’ e consiste in una sovvenzione fino a un massimo del 75% dei costi ammissibili ed entro i massimali stabiliti dal bando per tipologia di veicolo elettrico:

  • 15mila euro per autovetture
  • 20mila euro per furgone
  • 25mila euro per pullmini.

Possono accedere ai finanziamenti le piccole e medie imprese con sede operativa in Sardegna, attive da almeno cinque anni. L’incentivo è per la sostituzione di un veicolo a motore di proprietà dell’impresa con uno elettrico, nuovo, della stessa tipologia di quello dismesso, giustificato dall’attività svolta.

Le auto elettriche ed anche i motocicli e ciclomotori con motore elettrico in Sardegna sono esenti dal pagamento del bollo per i primi cinque anni, dalla data di prima immatricolazione. Successivamente pagano un importo pari a 1/4 dell’importo previsto per i corrispondenti veicoli a benzina. I veicoli GPL o gas metano hanno un 75% di riduzione sulla tariffa base della tassa automobilistica per autoveicoli ad uso promiscuo.

Valle D’Aosta

La Giunta regionale ha stanziato 1,4 milioni di euro dal 2020 per contributi ai privati che abbiano la residenza in Valle d’Aosta di almeno due anni, anche non consecutivi, agli enti locali e loro forme associative, agli enti pubblici non economici dipendenti dalla Regione e agli enti strumentali per incentivare l’acquisto e il leasing di veicoli elettrici, ibridi plug-in e a celle di combustibile, immatricolati in Valle d’Aosta.

I contributi a fondo perduto sono al massimo 5.000 euro a veicolo. Per la rottamazione dei veicoli già in dotazione, i contributi a fondo perduto salgono al 50 per cento della spesa ammissibile, nella misura massima di 15.000 euro a veicolo. Le auto devono costare sotto i 60.000 euro (IVA esclusa).

I veicoli azionati con motore elettrico in Valle d’Aosta non pagano il bollo auto per cinque anni dalla data del collaudo. Alla fine di questo periodo, pagano la tassa pari ad 1/4 dell’importo previsto per i corrispondenti veicoli a benzina. Le auto a GPL e gas metano pagano 1/4 della tassa automobilistica prevista per le corrispondenti auto a benzina.

Piemonte

La Regione Piemonte elargisce contributi per la rottamazione solo di veicoli commerciali N1 e N2 se sostituiti da veicoli elettrici, ibridi, metano o GPL acquistabili anche in leasing. Si tratta quindi di misure a sostegno di piccole e medie imprese che operano in Piemonte. Il fondo perduto parte, per i veicoli commerciali elettrici, da 6.000 a 10.000 euro,  e per le ibride plug-in da 4.000 a 8.000 euro. L’esenzione del bollo auto è prevista in Piemonte per le auto destinate ai disabili, per i veicoli elettrici e quelli alimentati a gas metano e a GPL.

Elena Liziero

Elena Liziero

Mamma geek, blogger e giornalista, mi piace tutto ciò che riguarda la comunicazione, le eco-innovazioni e la creatività.

4 Comments

  • alex ha detto:

    Scusate ma dove avete letto dello stanziamento in veneto? I contributi si esaurivano a ottobre 2019 e non c’è traccia ufficiale di un rinnovo.. da che fonte avete preso la notizia, sarei interessato a beneficiarne grazie

  • admin ha detto:

    Gentile Alex, la notizia è di novembre 2019, c’è sia nel sito della Regione che riportata in vari quotidiani locali, https://www.regione.veneto.it/article-detail?articleId=3896796 in effetti, però, nel sito della Regione non è ancora stato pubblicato il bando. Ora correggo l’articolo: in pratica manca ancora il bando ma hanno già annunciato e previsto ulteriori milioni di euro, quindi, si presume, verranno nuovamente erogati gli incentivi con le stesse modalità del 2019, ma restiamo in atteso del bando per eventuali novità. Grazie per la tua precisazione.

  • David ha detto:

    Anche per quanto riguarda regione lombardia le risorse sono esaurite da novembre 2019 e non è ancora stato rinnovato

  • admin ha detto:

    Grazie mille David! Essendo nominalmente valido il bando anche nel 2020, pensavo fosse ancora in vigore in quanto parte dei milioni stanziati avrebbero dovuto essere utilizzati quest’anno ma sono stati esauriti, come dicevi, già a novembre 2019. Attualmente resta aperto solo il bando per veicoli aziendali.

Lascia un Commento