Incentivi per gli elettrodomestici ecologici: detrazioni fiscali del 20%

14

All’interno del piano anticrisi, oltre agli incentivi previsti per la rottamazione di auto in caso di acquisto di vetture meno inquinanti, il governo italiano ha varato misure che promuovono scelte ecologiche anche nell’ambito della casa, allargando il beneficio fiscale già sperimentato (e tuttora in vigore fino al 2010) legato alle ristrutturazioni edilizie e all’efficienza energetica delle abitazioni.

Sono state estese le detrazioni fiscali del 20% anche per l’acquisto di elettrodomesticibianchiad alta efficienza energetica (in classe A+ e oltre): frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, congelatori, ecc.
Ma attenzione: anche in questo caso si tratta di un incentivo vincolato da una sorta di rottamazione, in pratica l’acquisto dell’elettrodomestico ad alto risparmio energetico deve essere legato ad interventi di recupero del patrimonio edilizio.

Questi incentivi spettano a chi già fruisce della detrazione Irpef del 36% per gli interventi di manutenzione straordinaria, di restauro e di risanamento conservativo, di ristrutturazione edilizia su singole unità residenziali. Non riguardano quindi le persone che abitano in un condominio che ha effettuato interventi sulle parti comuni. Inoltre lo sconto Irpef per elettrodomestici e mobili si estende anche ai familiari conviventi del proprietario dell’immobile oppure del titolare di un diritto reale sull’edificio.

La detrazione Irpef prevista è del 20% da ripartire in 10 anni per le spese di acquisto di nuovi elettrodomestici ad alta efficienza energetica per un valore totale massimo di 10 mila euro. L’importo massimo della detrazione è quindi di 2.000 euro che verrà ripartita in dieci quote annuali di pari valore (nel caso della quota massima, l’importo sarà di 200 euro annui).

Potrà usufruire di tali incentivi chi ha avviato gli interventi di riqualificazione a partire dal 1° luglio 2008, per la data di inizio lavori si considera quella indicata nella comunicazione preventiva inviata al Centro operativo dell’Agenzia delle Entrate.

Una particolarità di questi incentivi: potranno rientrarvi anche le spese per l’acquisto di mobili, ma solo se e’ finalizzato all’arredo degli immobili ristrutturati. Tali misure resteranno in vigore fino al 31 dicembre del 2009.

Condividi.

L'autore

Elena Liziero

Neomamma geek, blogger e giornalista, mi piace tutto ciò che riguarda la comunicazione, le eco-innovazioni e la creatività.

14 Commenti

  1. le lavatrici, o qualsiasi altro elettrodomestico, si rompono anche senza interventi di recupero del patrimonio edilizio; pertanto l’incentivo dovrebbe essere allargato a chiunque acquista un eleddromestico di classe A+.

  2. mi è stato detto che per l’acquisto di una lavatrice potevo usufruire della detrazione del 20% in un solo anno se l’importo dell’acquisto non supera i 400,00 euro
    sarà vero??

  3. possibile che non si riesca ad avere informazioni più precise relative a queste detrazioni su elettrodomestici senza ristrutturazione di immobili??

  4. Elena Liziero

    @Giuliana e Laura: si sta svolgendo in questi giorni nelle Commissioni Finanze e Attività Produttive l’analisi sul disegno di legge di conversione del Decreto Legge 5/2009, all’interno delle quali ci sono i famosi incentivi per elettrodomestici legati ad interventi per ristrutturazione. Non ho trovato da fonti autorevoli informazioni riguardo a detrazioni in un solo anno con 400 euro di spesa.
    Questa notizia è la più recente che ho reperito: http://www.edilportale.com/news/2009/03/20/normativa/detrazione-20%25-le-novita-per-mobili-e-elettrodomestici_14436_15.html

    Incentivi slegati dalla ristrutturazione sono previsti solo per frigoriferi e congelatori di classe A+ come scritto qui: http://www.lavorincasa.it/architetto/news.php?news_id=865

  5. Mi ripeto,
    Da quello che vedo, la classe A+ prevista per avere l’agevolazione dopo il maxiemendamento al DL è possibile averla solo per i frigoriferi e i congelatori per i quali esisteva gia’ altro beneficio fiscale (per di piu con detrazione in un solo anno): infatti per legge la classe A+ e A++ esiste solo per frigoriferi e congelatori.
    Allora a che serve questa nuova legge se non ci sono classi A+ (per esempio) per la lavastofiglie o per il forno ?
    grazie e saluti
    Massimo

  6. …le solite fregature…. come diceva l’ amico sopra. la lavatrice si rompe solo se ristrutturi casa…!!! altrimenti no…!!! ha ha ha che p…….. va’ beh amen gira e rigira ma la frittata e’ sempre quella… ciao ciao

  7. francesina_scazzata on

    sisi avete ragione… ma io nn ho mai avuto problemi… qnd nn me ne può fregar nnt di qll ke dit!!!! 😀

  8. cagliostro on

    alla francesina scaz…. se non hai di questi problemi e non te ne frega nulla vai a fare qualcosa di utile da un’altra parte e non leggere cose che non ti riguardano…..

  9. ciao,
    mi sapete dire fino a quando dureranno questi incentivi?
    sono tutt’ora in vigore?

    grazie

  10. Elena Liziero
    Elena Liziero on

    ciao Caterina,

    domani pubblichiamo un post sull’argomento, posso anticiparti che proprio in questi giorni sono in fase di discussione al governo i nuovi incentivi elettrodomestici per il 2010.

    Elena
    Casa Innovativa

  11. Devo cambiare lavatrice…..non devo ristrutturare il mio alloggio….
    posso usufruire degli incentivi…..grazie a chi mi ragguaglia in merito.
    Piero

  12. nn ho capito perkè tutti gli elettrodomestici tranne la lavatrice……..boooooooooo mettono gli incentivi ma ce sempre la fregatura sotto….

  13. angela-sicilia on

    e poi secondo me e più indispensabile la lavatrice, nn la lavastoviglie………che cazzata…….

  14. avendo acquistato una lavastoviglia per la prima volta,chiedo se posso beneficiare di qualche detrazione fiscale sul 730

Lascia un Commento