Incentivi fotovoltaico 2011: Quarto Conto Energia, tagli fino al 2016

4

E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il Quarto Conto Energia, che regola gli incentivi per gli impianti solari fotovoltaici dal 1 giugno 2011 fino alla fine del 2016.

E’ prevista una diminuzione progressiva delle tariffe incentivanti della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici che entrano in esercizio successivamente al 31 maggio 2011, diminuzione che, scrivono nel decreto, “da un lato, miri ad un allineamento graduale dell’incentivo pubblico con i costi delle tecnologie, in linea con le politiche adottate nei principali paesi europei e, dall’altro, mantenga stabilità e certezza sul mercato.”

L’obiettivo indicativo di potenza installata a livello nazionale è di circa 23.000 MW, corrispondente ad un costo indicativo cumulato annuo degli incentivi stimabile tra 6 e 7 miliardi di euro.

Il testo prevede un sistema di regolazione automatica del livello degli incentivi in relazione alla potenza installata che entrerà a regime a partire dal 2013.
Rimane confermata l’erogazione dell’incentivo dal momento dell’entrata in esercizio dell’impianto, con la garanzia del rispetto dell’iter di connessione da parte del gestore di rete.

Sono ancora previsti premi aggiuntivi fino al 30% della tariffa per uso efficiente dell’energia; è stato fissato a 5 centesimi di euro/kWh il premio aggiuntivo per gli impianti installati in sostituzione di coperture contenenti amianto.

Impianti solari fotovoltaici

Per gli impianti solari fotovoltaici, le tariffe sono differenziate per due gruppi di impianti:

1 – Impianti sugli edifici

2 – Altri impianti fotovoltaici (per esempio gli impianti a terra).

E sono suddivise per 6 classi di potenza:

1-    da 1 a 3 kW

2-    da 3 a 20 kW

3-    da 20 a 200

4-    da 200 a 1000

5-    da 1000 a 5000

6-    oltre 5000 kW.

Sono maggiormente incentivati gli impianti su edifici, in particolare i più piccoli. Sulla quota di energia autoconsumata è attribuita una tariffa specifica.

Dal secondo semestre 2013 si applicheranno riduzioni programmate rispetto alle tariffe vigenti nel semestre precedente: nel secondo semestre 2013 la riduzione sarà del 9%, nel primo semestre 2014 del 13% e altrettanto nel secondo, nel 2015 la tariffa si ridurrà del 15% nel primo semestre e di un ulteriore 15% nel secondo semestre; nel 2016 del 30% nel primo e di un altro 30% nel secondo.

Tabelle degli incentivi fotovoltaici

Essendo molte le variabili prese in considerazione dal Quarto conto energia, è più chiaro presentare gli incentivi attraverso le tabelle riassuntive rese note dal Ministero dello Sviluppo Economico e che ripubblichiamo qui sotto. A sinistra delle prime quattro tabelle troviamo le sei classi di grandezza in cui sono stati suddivisi gli impianti (quelli a livello familiare rientreranno principalmente nella seconda categoria, dai 3 ai 20 kW), nella parte superiore delle tabelle vi sono gli intervalli di tempo suddivisi per le due tipologie di impianti (edifici e altri impianti fotovoltaici):

Tariffe incentivi fotovoltaici per l’anno 2011 valide per i mesi di giugno, luglio e agosto 2011 – Tabella 1

Tariffe incentivi fotovoltaici 2011 per i mesi da settembre a dicembre 2011 – Tabella 2

Tariffe impianti fotovoltaici per l’anno 2012 (sia primo che secondo semestre) – Tabella 3

Tariffe incentivi fotovoltaici per anno 2013 – primo semestre – tabella 4

A decorrere dal primo semestre 2013, le tariffe assumono valore onnicomprensivo sull’energia immessa nel sistema elettrico.  Sulla quota di energia autoconsumata è attribuita una tariffa specifica.

Tariffe incentivi a partire dal secondo semestre 2013 fino al 2016

Le riduzioni di incentivi programmate per i semestri successivi sono individuate nella seguente Tabella 5 e sono applicate alle tariffe vigenti nel semestre precedente.

Le tariffe di ciascun semestre possono essere ulteriormente ridotte rispetto a quanto previsto dalla tabella 5 sulla base del costo annuo imputabile agli impianti che entrano in esercizio nel periodo di osservazione. La riduzione aggiuntiva eventualmente applicata è stabilita, con una formula proporzionale, nel solo caso in cui il costo annuo della potenza installata nel periodo di osservazione risulti maggiore al costo indicativo annuo della potenza obiettivo del semestre precedente.

Incentivi per impianti fotovoltaici con caratteristiche innovative

Tariffe diverse sono previste per gli impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative, tra 1 kW e 5 MW, che utilizzano moduli “non convenzionali e componenti speciali, sviluppati specificatamente per integrarsi e sostituire elementi architettonici”. Per capire nel dettaglio quali impianti fotovoltaici integrati potranno considerarsi con caratteristiche integrative, entro il 30 giugno 2011 il GSE aggiornerà la guida specifica.

Per questa particolare tipologia di impianti, tra 1 e 20 kW, la tariffa diminuirà dai 0,427 €/kWh del 2011 ai 0,410 del secondo semestre 2012; dal 2013 vi sarà il sistema con tariffe onnicomprensive.

Tabelle degli incentivi per i fotovoltaici con caratteristiche innovative

Tariffe per l’anno 2011 per gli impianti con caratt. innovative che entrano in esercizio a decorrere dal 1° giugno 2011 – tabella 6

Tariffe per l’anno 2012 per gli impianti con caratt. innovative – tabella 7

TARIFFE PER L’ANNO 2013 e per i periodi successivi per gli impianti con caratt. innovative

Anche per questo tipo di impianti fotovoltaici, dal primo semestre 2013 le tariffe assumono valore onnicomprensivo sull’energia immessa nel sistema elettrico. Sulla quota di energia autoconsumata è attribuita una tariffa specifica.
Le nuove tariffe sono individuate dalla tabella 8.
Le riduzione programmate per i semestri successivi sono applicate alle tariffe vigenti nel semestre precedente – tabella 9
Incentivi per impianti a concentrazione

Ultima categoria incentivata è quella degli impianti a concentrazione. Per un impianto tra 1 e 200 kW, la tariffa diminuirà da 0,359 €/kWh del 2011 a 0,345 €/kWh del secondo semestre 2012; dal 2013 scatterà il sistema con tariffe onnicomprensive.

Condividi.

L'autore

Elena Liziero

Neomamma geek, blogger e giornalista, mi piace tutto ciò che riguarda la comunicazione, le eco-innovazioni e la creatività.

4 Commenti

  1. Mi pare a questo punto che sia veramente poco interessante installare impianti di dimensioni non domestici su capannoni o altre strutture industriali…
    La riduzione costante degli incentivi rende un impianto mai ammortizzabile!

  2. giuseppe zelaschi on

    ho aprezzato molto la capacità di sintesi, la chiarezza delle esposizioni.
    Grazie. cordiali saluti

  3. Vittorio Peritore on

    Grazie! Sei stata molto chiara ed esaustiva.
    I “Signori” Politici e i Giuristi dovrebbero imparare a esprimersi
    proprio in questo modo.
    Saluti

  4. Pingback: Incentivi per impianti fotovoltaici 2011 | nowo

Lascia un Commento