AssoRinnovabili contro lo spalma-incentivi: danneggia il settore fotovoltaico

0

La bozza del “taglia bollette” ha scatenato la protesta di assoRinnovabili che chiede al Governo di rivedere lo spalma-incentivi (si prevede di spalmare gli incentivi del fotovoltaico da 20 a 24 anni)

fotovoltaicoSecondo assoRinnovabili lo spalma-incentivi rappresenta un danno sia per il settore del fotovoltaico che per i cittadini. Per garantire alle piccole e medie imprese il taglio delle bollette del 10% il Governo nella bozza del “taglia bollette” ha annunciato di tagliare le risorse destinate agli incentivi per gli impianti solari, compresi quelli già funzionanti. Secondo assoRinovabili il provvedimento causa gravi danni, come il crollo del settore con il conseguente licenziamento di migliaia di impiegati in PMI legate al fotovoltaico.

“l settore fotovoltaico è stato già interessato negli ultimi anni da una lunga serie di modifiche regolatorie – spiega un comunicato di assoRinnovabili – Eliminazione Prezzi Minimi Garantiti, Introduzione dell’IMU, Eliminazione Indicizzazione Tariffa Incentivante Primo Conto Energia, Inclusione Rinnovabili nella Robin Hood Tax, Azzeramento CTR, Introduzione Oneri di Gestione GSE, Disciplina sugli Sbilanciamenti, Cambio Aliquota Ammortamento Fiscale, Tassazione Speciale per Aziende Agricole con impianti rinnovabili) che hanno impattato sensibilmente sui conti delle singole imprese produttrici.

L’Associazione specifica che dal 2007 gli investimenti nel settore sono già diminuiti del 58%.
“assoRinnovabili ha già mandato al Governo più efficaci proposte alternative. Chiediamo a Renzi, Guidi, Padoan e Galletti di ripensarci” conclude assoRinnovabili.

Condividi.

L'autore

Elena Liziero

Neomamma geek, blogger e giornalista, mi piace tutto ciò che riguarda la comunicazione, le eco-innovazioni e la creatività.

Lascia un Commento