La biomassa come fonte rinnovabile

0

La biomassa è una delle fonti  energetiche rinnovabili più diffuse e in via di espansione.

L’utilizzo principale nel nostro Paese è il riscaldamento e la produzione di acqua calda saniBiomassa-1taria. Un’altra applicazione di grande interesse riguarda il processo di gassificazione con produzione di un gas, detto syngas, contenente idrogeno e monossido di carbonio, impiegabile in processi di conversione energetica come i motori di combustione interna oppure in sistemi a ciclo combinato fuel cell. La produzione di calore da biomassa è diffusa sia negli impianti autonomi di piccola taglia, sia in quelli centralizzati fino alle grandi centrali per teleriscaldamento (che servono quindi interi quarteri) e impianti di cogenerazione che producono contemporaneamente calore ed energia elettrica.

I principali tipi di combustibili a biomassa di natura ligneo-cellulosica sono disponibili sotto forma di tronchi, fascine, truciolame, cippato o truccioli pressati in piccoli cilindri detti pellet. Sui tipi di biomasse e le loro caratteristiche verrà dedicato un post di approfondimento.

I combustibili legnosi hanno un potere energetico minore a queli fossili (1 litro di gasolio equivale a circa 3 kg di legna) ed il loro impiego è favorito quando l’approvigionamento avviene nelle vicinaze del luogo di produzione. Si sottolinea comunque il fatto che, a parità di contenuto energetico, i combustibili legnosi costano molto meno di quelli fossili.

La combustione a biomassa contribuisce al risparmio delle risorse esauribili. Inoltre, la  gestione sostenibile del patrimonio boschivo locale apporta i seguenti vantaggi:
• mantenimento del ruolo dei boschi a difesa del suolo e dei versanti montani
• sviluppo dell’economia locale creando nuovi posti di lavoro
• la conservazione della biodiversità

Il legno ha un bilancio di CO2 pressochè neutro nel corso della sua vita, o meglio nel suo Life Cycle Assessment (LCA) perchè la quantità di CO2 prodotta nel processo di combustione pareggia la quantità impiegata alla formazione di biomassa nel processo di fotosintesi. Un altro aspetto importante per la tutela dell’ambiente è che il legno è quasi privo di zolfo.

Le tecnologie per uso domestico si possono sostanzialmente individuare in:
• termocamini
• stufe
• caldaie

Condividi.

L'autore

Eris Caon

Ingegnere civile libero professionista, certificatore energetico, esperto in fonti rinnovabili, progettazione strutturale e soluzioni innovative, in particolare nella realizzazione di rinforzi strutturali con materiali compositi.

Lascia un Commento