Mutuo prima casa o leasing per i giovani: quale conviene nel 2016

0

La legge di stabilità 2016 ha introdotto il nuovo leasing prima casa o contratto di locazione finanziaria sull’acquisto dell’abitazione principale per i privati, e in particolare per i giovani under 35: ma è davvero conveniente rispetto al tradizionale mutuo?

Il nuovo leasing agevolato 2016

Mutuo prima casaSi tratta di una nuova possibilità di acquistare la prima casa con il leasing finanziario che consente di sfruttare una serie agevolazioni fiscali sulle imposte di registro. Per ottenere tali agevolazioni innanzitutto conta non acquistare una casa considerata un immobile di lusso e non bisogna possedere altre abitazioni.

La Legge di Stabilità prevede due tipi diversi di agevolazioni, quella più conveniente riguarda chi non abbia compiuto 35 anni di età e non abbia conseguito un reddito superiore a 55.000 euro. L’osservanza delle due condizioni deve essere verificata all’atto della stipula del contratto.

I contribuenti con meno di 35 anni e reddito imponibile fino a 55 mila euro potranno detrarre dall’Irpef il 19% sui canoni calcolati su un tetto di 8 mila euro all’anno, inoltre sul maxi-canone di riscatto un altro 19% su un tetto di 20 mila euro. Notevole il vantaggio fiscale rispetto al mutuo che permette di detrarre il 19% su un massimo di 4 mila euro all’anno, calcolati però non sull’intera rata ma sulla sola quota interessi.

Se il contribuente ha più di 35 anni la Legge di Stabilità prevede comunque un vantaggio fiscale per il leasing prima casa, fermo restando il limite di reddito, ma le detrazioni si dimezzano e in questo caso la convenienza sembra molto minore. La deduzione sarà ridotta a 4 mila euro per la deduzione dei canoni di locazione e 10 mila euro per la detrazione del costo dell’opzione per la maxirata finale.

Il leasing prima casa per i privati, vantaggi e svantaggi:

I vantaggi del leasing sono:

– forti agevolazioni fiscali per i giovani sotto i 35 anni e con reddito inferiore ai 55 mila euro
– possibilità di ottenere il finanziamento con una somma di denaro di anticipo ridotta
– nessun rischio di revocatoria fallimentare sull’acquisto dell’immobile

Gli svantaggi del leasing sono:

– tassi più elevati rispetto al classico mutuo prima casa
– durata non superiore ai 20 anni
– la casa non è di proprietà, in caso di morosità, si hanno solo 12 mesi di sospensione del pagamento delle rate, poi si viene sfrattati.

Confronto mutuo e leasing prima casa 2016:

Leasing prima casa Mutuo prima casa
Atti notarili e imposte L’atto di acquisto è fatto da società di leasing. L’imposta di registro è ridotta all’1,5%. Nello stesso momento si redige il contratto di leasing. Sono due atti distinti: uno per l’acquisto della casa e uno per l’ipoteca col contratto di mutuo. Imposta di acquisto e sostitutiva sono a carico di chi sottoscrive il mutuo.
Tasse sul contratto 200 euro fissi 0,25% sulla cifra prestata
Proprietà dell’immobile Società di leasing Acquirente
Sospensione delle rate Solo per perdita lavoro, esclusa la giusta causa, massimo 12 mesi Sia per perdita lavoro che per malattia, massimo 18 mesi.
In caso di morosità La società di leasing avvia lo sfratto La banca avvia procedura di esecuzione immobiliare
Agevolazioni fiscali Per persone con reddito fino a 55 mila euro: se under 35 detrazione del 19% sui canoni annui calcolati su un tetto max di 8 mila euro annui e 19% su maxirata finale con tetto massimo 20 mila euro. Per le persone over 35 stesse agevolazioni ma il tetto max della rata si riduce a 4mila euro e quello della maxirata finale a 10 mila euro. Detrazioni del 19% sulla sola quota interessi calcolata su un tetto massimo di 4mila euro l’anno.

Quando è conveniente il leasing prima casa

Bisogna confrontare il costo complessivo dell’acquisto effettuato contraendo il mutuo rispetto al contratto di leasing. Si deve confrontare il costo di acquisto dell’immobile, sommando gli interessi passivi relativi al mutuo, con la somma dei canoni di locazione finanziaria comprendendo anche il costo dovuto al riscatto.
Affinché l’acquisto della prima casa sia conveniente non è sufficiente prendere in esame solo il risparmio fiscale dovuto alla maggiore detrazione, ma è necessario verificare preventivamente tutti i costi del leasing immobiliare.

Nel leasing agevolato il massimo del beneficio si otterrà laddove nello stesso periodo di imposta un giovane under 35 effettui il pagamento di canoni di locazione di importo uguale o superiore a 8.000 euro annui e riscatti il bene sostenendo un costo superiore a 20.000 euro.

Meglio il mutuo o il leasing? Un esempio

A titolo di esempio il Corriere della Sera ha ipotizzato un mutuo col tasso del 3% e un leasing con tasso del 3,5% per un bilocale da 150 mila euro con anticipo in entrambi i casi di 30 mila euro e per la stessa durata di 20 anni. In questo esempio il contratto più conveniente è il leasing per chi ha meno di 35 anni in quanto, grazie allo sconto anche sulla maxirata finale, si spendono complessivamente 8500 euro in meno rispetto al mutuo. Per chi ha più di 35 anni in questa simulazione il leasing diventa il contratto meno conveniente, in quanto si spenderebbero oltre 8500 euro in più rispetto al mutuo, e il doppio in più rispetto al leasing agevolato per i più giovani.

Sempre il Corriere della Sera ha raffrontato con un altro esempio un mutuo e i 2 leasing per una prima casa del valore di 200 mila euro: in questo caso è risultato sempre più vantaggioso il leasing per gli under 35 ma con un vantaggio più risicato, si risparmiano solo 3 mila euro rispetto al mutuo, mentre un locatario over 35 spenderebbe 14 mila euro in più.

Il nostro consiglio è di farsi fare più preventivi, raffrontando (e calcolando bene tutti i costi) dei mutui più convenienti con il leasing agevolato, ma solo se avete meno di 35 anni, altrimenti sembra che non vi siano particolari vantaggi con questa nuova tipologia di detrazione rispetto al tradizionale mutuo prima casa.

 

Condividi.

L'autore

Elena Liziero

Neomamma geek, blogger e giornalista, mi piace tutto ciò che riguarda la comunicazione, le eco-innovazioni e la creatività.

Lascia un Commento